Contenuto principale

Messaggio di avviso

HACK4SARDINIA - OZIERI

Gli alunni della classe 4^ N Marika Inzis, Martina Murru, Marianna Sias, Simone Madeddu, Matteo Sotgiu e Nicola Sulas, accompagnati dal docente Prof Marongiu, hanno partecipato ad Ozieri, nelle giornate del 17-18-19 ottobre ad un corso su "Il recupero e lo sviluppo sostenibile delle aree interne".

l corso, organizzato dall'IIS "Enrico Fermi" di Ozieri, rientra fra le azioni previste dal Piano Nazionale Scuola Digitale e in particolare si riferisca all'azione 19 - Un Curriculo Nazionale per l'Imprenditorialità.

Allegati:
Scarica questo file (Foto 6.pdf)Foto 6.pdf[ ]838 kB
Scarica questo file (Foto 5.pdf)Foto 5.pdf[ ]257 kB
Scarica questo file (Foto 4.pdf)Foto 4.pdf[ ]333 kB
Scarica questo file (Foto 3.pdf)Foto 3.pdf[ ]305 kB
Scarica questo file (Foto 2.pdf)Foto 2.pdf[ ]256 kB
Scarica questo file (Foto 1.pdf)Foto 1.pdf[ ]310 kB

"Hack for Blue Economy"

Si è tenuta sull’isola di Ventotene, dal 3 al 6 ottobre, la prima maratona progettuale internazionale, in lingua inglese, alla quale hanno partecipato otto alunni delle quarte Liceo del nostro Istituto: Arianna Massidda, Flavia Novellu, Claudia Sechi, Matteo Stara, Manuel Tonarelli, Samuel Unali, Daniele Uras e Nahima Zipp.

L’hackathon sulla Blue Economy ha visto sfidarsi 64 ragazzi, divisi in squadre, nella ricerca di soluzioni al problema dello sviluppo sostenibile del Mar Mediterraneo.

All’evento, organizzato dall’istituto “Luigi Einaudi” di Roma, hanno partecipato alunni provenienti da sette città marittime di tutta Italia e da una delegazione di Valencia.

I nostri ragazzi sono tornati a scuola con la soddisfazione di aver fatto un’esperienza esclusiva e gratificati da diversi premi: Nahima Zipp parteciperà ad un hackathon che si svolgerà a Strasburgo dal 19 al 22 novembre; Daniele Uras sfiderà i suoi coetanei a Perugia, nella sede dell’Unesco; Arianna Massidda trascorrerà una settimana, durante la prossima estate, ospite sull’isola di Ventotene, per frequentare un corso di vela.

È possibile vedere l'intervista che è stata fatta ai nostri studenti prima dell’imbarco per l'isola di Ventotene:

https://www.youtube.com/watch?v=hwpuuOmWWNs

e il filmato sull’evento, pubblicato sul sito facebook della scuola “Luigi Einaudi” di Roma:

https://www.facebook.com/225710667770522/videos/2273473149610400/

 

Cittadinanza e Costituzione

"Il 4 ottobre 2019 gli alunni Lorenzo Calledda, Andrea Masotti, Marina Sanguinetti, accompagnati dalla docente Maria Stella Gulmanelli, quali rappresentanti dell’I.I.S. “G. A. Pischedda”, sono stati invitati a partecipare all’incontro “Dieci Anni di Cittadinanza e Costituzione”, presso il Senato della Repubblica - Aula Capitolare della Biblioteca - insieme agli studenti della Rete di scuole di Friuli, Sardegna, Liguria e Piemonte. Nel corso dell’incontro gli studenti bosani hanno presentato al pubblico il loro lavoro inerente l’articolo 10 della Costituzione.

Erano presenti al convegno il Sen. Giovanni Marilotti, Presidente della Commissione per la Biblioteca del Senato, l’On. Lucia Azzolina, sottosegretario del MIUR, la Sen. Francesca Alderisi, il Prof. Franzese, Presidente della Rete Fri.Sa.Li., l’On. Alfonso Marras, presidente della Commissione Cultura del Consiglio Regionale della Sardegna."

 

Allegati:
Scarica questo file (Sanguinetti.pdf)Sanguinetti.pdf[ ]272 kB
Scarica questo file (Relatori.pdf)Relatori.pdf[ ]257 kB
Scarica questo file (Masotti.pdf)Masotti.pdf[ ]237 kB
Scarica questo file (Calledda.pdf)Calledda.pdf[ ]272 kB

Rete Nazionale “ASpNET - U.N.E.S.C.O. – Italia”

intestazione iis

unesco

Relazione finale – A.S. 2018/2019

 PROGETTO U.N.E.S.C.O. Italia
 “Un monumento da adottare:diventare cittadini europei grazie al nostro patrimonio culturale”


Il Progetto portato avanti durante l’Anno Scolastico 2018/19 è stato orientato sulle tematiche UNESCO inerenti alla “tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e artistico, materiale ed immateriale” e all'“educazione interculturale” e ha avuto come obiettivo principale quello di far conoscere agli alunni gli elementi che caratterizzano il territorio in cui vivono in modo da scoprire e valorizzare i beni storico-artistici presenti in esso e conoscere più a fondo la propria città (Bosa), per poterla tutelare e preservare nel tempo, sviluppando in tal modo anche atteggiamenti di convivenza civile e contribuendo a creare un clima di unione, di appartenenza, di accettazione, di rispetto, di condivisione e di cooperazione.
In modo particolare, il percorso formativo ha avuto lo scopo di preparare i ragazzi coinvolti a svolgere la funzione di guida turistica in un'ottica in cui lo sfondo integratore era l'articolo 9 della Costituzione italiana che “promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica; tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”.
Per la realizzazione dell’attività progettuale hanno collaborato la docente di Lingua straniera Marci Giuseppina, le insegnanti di Storia dell’arte Sanna Chiara e Urru Cristina, la docente di sostegno Mele Rita e l’educatrice Sedda Angela, le quali hanno messo a disposizione degli alunni il proprio bagaglio culturale ed esperienziale permettendo la buona riuscita del progetto e il raggiungimento degli obiettivi prefissati che sono stati tutti pienamente perseguiti.
Nelle attività progettuali sono stati coinvolti, inoltre, gli alunni delle classi 1^A Scientifico, 3^D e 4^D Classico, 3^E Tecnico, 3^I e 4^L Alberghiero.
Il progetto, avviato nel mese di gennaio 2019 e conclusosi ad aprile, è stato strutturato in tre fasi operative durante le quali gli studenti sono stati resi protagonisti attivi della loro formazione. In modo particolare, la prima fase è stata dedicata ad una ricerca di tipo conoscitivo che ha avuto come finalità quella di presentare il progetto globale, delineando anche lo svolgimento della manifestazione a cui i ragazzi avrebbero partecipato nella fase finale, e di far conoscere le bellezze artistiche presenti nella città di Bosa, avvalendosi di materiale sia cartaceo che multimediale e di ausili informatici quali tablet e lavagna interattiva. Lo scopo di tali momenti educativo-didattici è stato quello di suscitare interesse nei ragazzi in modo da permettere loro di comprendere quale tra i vari monumenti analizzati potesse essere quello più stimolante da far visitare ai turisti che avrebbero successivamente incontrato.
In seguito alla presentazione delle diverse opere architettoniche proprie del patrimonio artistico e storico della città, è stata fatta una selezione tra esse scegliendo di approfondire lo studio dei seguenti monumenti: il Castello dei Malaspina, la Chiesa di di Nostra Signora di Regnos Altos, la Chiesa di Santa Croce, le Concerie.
Alla luce di ciò, una volta attribuito a ciascun gruppo di lavoro l’oggetto di studio, gli alunni sono stati stimolati dalle insegnanti ad effettuare un’analisi più approfondita dei monumenti individuati. Attraverso il metodo della ricerca-azione ed effettuando ricerche di tipo bibliografico ed archivistico con il supporto delle docenti, i ragazzi hanno provveduto a selezionare, organizzare e rielaborare le fonti messe a disposizione, realizzando in tal modo una serie di ricerche, anche in lingua straniera, che hanno poi rappresentato la risorsa primaria da cui gli alunni hanno attinto nella fase successiva.
In questi momenti preliminari di formazione si è rivelata di fondamentale importanza la seconda fase che ha visto gli allievi impegnati in attività di ricerca sul campo, durante le quali essi hanno potuto effettuare diversi sopralluoghi direttamente sul territorio e vivere in prima persona i luoghi oggetto di indagine, ritrovando concretamente ciò che avevano letto o visto virtualmente fino a quel momento e sperimentando sé stessi attraverso simulazioni all’interno del proprio gruppo di lavoro. Altamente costruttivi sono stati in questa fase gli interventi e la collaborazione delle Associazioni culturali locali che, oltre ad aver permesso ai ragazzi di ampliare le conoscenze fino a quel momento acquisite sui monumenti che stavano studiando, hanno dato un contributo notevole nel far comprendere agli alunni l’importanza della comunicazione non verbale, della propria gestualità e degli atteggiamenti da mettere in essere durante l’interazione con il turista, allo scopo di far addentrare meglio i ragazzi nel ruolo di operatore turistico. Insieme alle guide della cooperativa che gestisce i monumenti, gli alunni hanno, inoltre, visto i punti in cui era meglio far fermare i turisti per mostrare e spiegare la storia e le caratteristiche del monumento, studiando nel contempo anche una tempistica del giro turistico.
Le fasi operative sopra delineate sono risultate basilari e propedeutiche per la realizzazione della terza fase progettuale che ha avuto come obiettivo la divulgazione delle ricerche effettuate e la valorizzazione del patrimonio culturale del territorio. Nello specifico, il 27 e il 28 aprile 2019 gli alunni hanno potuto sperimentare il ruolo di guida turistica presso i monumenti sopra citati dove hanno avuto modo di mettersi in gioco rapportandosi con persone esterne alla scuola e incontrando anche molti turisti stranieri, con i quali hanno comunicato sia in italiano che in lingua francese e inglese riuscendo a relazionarsi proficuamente con tutti.
Durante la realizzazione del progetto gli alunni hanno partecipato sempre con impegno, entusiasmo e grande spirito di collaborazione, superando la timidezza, l’insicurezza e il timore iniziali e adoperandosi attivamente in ogni fase operativa con tanta soddisfazione per i risultati raggiunti.
Il progetto ha, inoltre, consentito una maggiore integrazione della nostra Scuola con il territorio e ha dato modo agli studenti coinvolti di vivere una realtà formativa di tipo laboratoriale incentrata sull’uso delle nuove tecnologie e sul cooperative learning, caratteristiche innovative che hanno permesso loro di far accrescere le proprie capacità tecnologico-informatiche e relazionali.
Come richiesto dal Bando e dichiarato nel progetto, si allegano alla presente relazione finale le ricerche elaborate dagli alunni e il filmato(canale youtube) in cui sono documentate alcune delle fasi del percorso effettuato.


Bosa, 23 luglio 2019


La Docente referente

Angela Sedda

                                                                                                                                                               

                                                                                                                                                        

LA DIRIGENTE SCOLASTICA

DOTT.SSA Rosella UDA

Attività - PEG 2019

Lo European Youth Parliament (EYP) , progetto europeo operante in Italia dal 1994 sotto il nome di Parlamento Europeo Giovani (PEG) , ha l’obiettivo di sostenere la dimensione e l’identità europea nelle Scuole Secondarie di secondo grado , incoraggiando gli studenti ad essere consapevoli delle diverse culture e delle caratteristiche proprie degli Stati Membri dell’UE.

Per il terzo anno la nostra Scuola ha partecipato al General Assembly (GA) Day presso il Liceo “G. Spano” di Sassari, dove i nostri ragazzi hanno ancora una volta affrontato le grandi questioni che affliggono l Europa e il mondo in generale , cooperando e confrontandosi in maniera costruttiva per trovare soluzioni di comune intesa .

Il 7 e l’ 8 Marzo la nostra delegazione , guidata dalla docente Floris Carmen e dalla Chair Congiu Maddalena , e composta da Mazzette Rachele, Meles Francesco, Sardu Ambra, Urgu Francesco, Uras Simone della 3°E; Masotti Andrea , Mitrofan Teodor della classe 4°B, Irde Sara della 5°D, Alexandru Victor Cimpoeru della classe 5°L, Baldino Giulia della 5°E ha affrontato la tematica assegnata , “Equality for all: according to the latest statistics from the European Commission , women in the EU are on average paid 16% less per hour than their male counterparts. While many Member States have already tried addressing this issue, should extra measures at the European level be taken to tacke this problem?” dimostrando grande impegno in qualità di delegazione attiva (con il passaggio della risoluzione) e distinguendosi   per il primo posto come “Best Delegate” ottenuto dalla studentessa Sara Irde .

Un ringraziamento a tutti a un arrivederci al prossimo GA Day !

Allegati:
Scarica questo file (20190308_182616.jpg)20190308_182616.jpg[ ]2497 kB
Scarica questo file (20190308_173404.jpg)20190308_173404.jpg[ ]2617 kB
Scarica questo file (20190308_154359.jpg)20190308_154359.jpg[ ]1677 kB
Scarica questo file (20190308_124450.jpg)20190308_124450.jpg[ ]1332 kB
Scarica questo file (20190308_092334.jpg)20190308_092334.jpg[ ]2718 kB
Scarica questo file (20190308_084313.jpg)20190308_084313.jpg[ ]4907 kB
Scarica questo file (20190308_084207.jpg)20190308_084207.jpg[ ]3720 kB